18 Giugno 2015  09:46

Indagini su appalti tv: le risposte di Infront e Mediaset

Eliana Corti
Indagini su appalti tv: le risposte di Infront e Mediaset

I gruppi, in quanto parte lesa, assicurano completa collaborazione alle indagini

Dopo le perquisizioni negli uffici di Rai, Mediaset, La7 e Infront in merito all’inchiesta della procura di Roma sull'affidamento di lavori e servizi in cambio di utilità come soldi e assunzioni che coinvolge le società dell’imprenditore David Biancifiori, arrivano le risposte dei gruppi interessati, parti lese nel procedimento. «Poiché Infront segue importanti principi etici di business e un sistema di compliance molto restrittivo a livello di Gruppo, sviluppato secondo i principi del UK Bribery Act, non verrà tollerata alcuna forma di condotta di business non etica e verrà dato il via a un’indagine interna per verificare le accuse», ha dichiarato l’advisor in una nota. Mediaset ha annunciato che «i dipendenti accusati di infedeltà sono stati sospesi in attesa di ulteriori elementi». La7 e Rai avevano già commentato ieri: la prima si è riservata di costituirsi parte civile in un eventuale processo penale, mentre Rai ha evidenziato che l’area interessata era già stata oggetto di verifiche interne.

 

Contenuti correlati : appalti tv risposte Biancifiori indagini Infront Mediaset accuse GdF

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 05 Novembre 2019
    Chi l’avrebbe mai detto?
    La televisione cambia più di quanto cambi la platea televisiva, meno della pubblicità e del web, ma certamente più degli altri mezzi.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy