26 Settembre 2018  15:23

Italiani, tv e smartphone: quasi uno a testa

Eliana Corti
Italiani, tv e smartphone: quasi uno a testa

Il 97,1% delle famiglie ha almeno un tv, il 95,1% uno smartphone: i risultati del primo rapporto Auditel-Censis

È testa a testa tra televisione e smartphone per gli italiani: secondo il primo rapporto Auditel-Censis su “Convivenze, relazioni e stili di vita delle famiglie italiane” (realizzato attraverso le interviste a 20mila famiglie in un anno), il 97,1% delle famiglie ha almeno un apparecchio televisivo e il 19,3% uno smart tv (o dispositivi esterni effettivamente collegati al web). Il pc portatile è presente nel 48,1% delle famiglie. Il 95,1% delle famiglie ha un cellulare e uno smartphone. Ci sono circa 43mln di apparecchi tv nelle case degli italiani. In particolare, nelle coppie con figli ha un apparecchio televisivo il 32,1%, due apparecchi televisivi il 40,7% e almeno tre il 25,9%, nelle coppie senza figli il 40% ha un apparecchio televisivo, il 43% due apparecchi televisivi e il 15,2% almeno tre. Le persone sole hanno per il 56,2% un solo apparecchio televisivo, il 31% almeno due apparecchi televisivi e il 6,7 % almeno tre. Ma non solo, al netto di chi vive solo, nel 65,7% delle famiglie il numero di apparecchi televisivi è inferiore a quello dei componenti. Lo smartphone è il canale più importante per la connessione sempre, comunque, ovunque: il 98% dei 18-34enni, il 96,2% dei 35-64enni ed il 70,7% degli anziani dispone di uno smartphone che utilizza in via esclusiva e che per la grandissima maggioranza è utilizzabile per connettersi al web. «Se la televisione aggregava e aggrega le famiglie intorno alla fruizione dei suoi programmi, tanto da aver generato una ritualità inscritta nella memoria collettiva, e così facendo promuoveva e promuove convivialità relazionale, lo smartphone trasformando le persone in fruitori solitari di contenuti piccona la base materiale della relazionalità familiare quotidiana», spiega il rapporto. Ci sono però 4,3mln di persone (il 17,8% delle famiglie “disconnesse”, senza connessione a internet: la maggior parte di loro (il 41,4%) sono persone anziane. Altro elemento evidenziato dal rapporto è la connessione tra smart tv e condizione socioeconomica: dal 10% delle famiglie a basso livello socioeconomico, al 13,5% con livello medio al 26% per quelle con alto livello socioeconomico. «Anche la presenza di figli è un moltiplicatore, poiché si passa dall’8,6% delle persone sole che dispongono di una Smart Tv o di una Tv connessa al web con dispositivo esterno, al 17,8% di coppie senza figli, al 28,6% delle coppie con figli». Per quanto riguarda la tv on demand, 2,7mln di italiani guardano RaiPlay e 2,3mln SkyGo, mentre sono 3,7mln gli utilizzatori di Netflix. «In generale, sono 5,3mln gli italiani che guardano almeno ogni tanto programmi televisivi ricorrendo alle dotazioni di solito utilizzate per connettersi a internet. E lo fanno di più i giovani e i laureati».

Contenuti correlati : censis auditel
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 31 Ottobre 2011
    Nasce la McTv
    McDonald’s si sposa con la televisione e nasce la McTv. In 800 locali della California è iniziata l’introduzione, a titolo sperimentale, di due...

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy