12 Luglio 2010  11:29

L’Aiart contro il wrestling su K2

TVst
L’Aiart contro il wrestling su K2

L’associazione telespettatori cattolici ha presentato un esposto al Comitato media e minori

«Il wrestling sia trasmesso la sera, ma non di certo all’ora di pranzo la domenica quando le famiglie sono riunite e quando i piccoli hanno accesso più facile alla televisione». È quello che si legge in una nota dell’Aiart (Associazione telespettatori cattolici) che non solo annuncia di aver presentato un esposto al Comitato media e minori sulla trasmissione “WWE Afterburn” trasmessa dal canale di Switchovermedia, K2, ma si ricollega anche all’articolo 34 del Testo Unico per la Televisione. Quest’ultimo, vieta la trasmissione in tv di violenza gratuita, ancor più se in fascia protetta. Secondo l’Aiart, “WWE Afterburn” mostrerebbe violenza e aggressività abbinate ad agonismo portato all’esasperazione. Nessuna risposta ancora da parte del Comitato media e minori che però, soltanto pochi giorni fa, ha approvato all’unanimità gli schemi che le emittenti televisive a pagamento e criptate saranno obbligate a adottare per classificare le trasmissioni nocive per i più piccoli.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 05 Giugno 2020
    La TV specchio del futuro
    Karl Popper sosteneva che il futuro fosse aperto, che dipende dalle nostre azioni, che a loro volta dipendono dai nostri...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 05 Agosto 2015
    Anche Sky Online su Fastweb
    Sky Italia e Fastweb rafforzano la propria partnership permettendo ai clienti che sottoscrivono un abbonamento Joy o SuperJet di accedere ai contenuti di Sky Online.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy