04 Settembre 2020  09:13

Mediaset-Vivendi: l’Ue dà ragione ai francesi

Eliana Corti
Mediaset-Vivendi: l’Ue dà ragione ai francesi

La Corte di giustizia accoglie il ricorso contro il congelamento delle quote, ma apre la strada della rete unica a Mediaset

La Corte di Giustizia europea ha dato ragione a Vivendi nella causa contro Agcom e Mediaset, definendo contrario alla normativa Ue il divieto imposto al gruppo francese di detenere contemporaneamente il 24.5% di Tim e il 28.8% di Mediaset, imponendo di scendere al 10%. Il veto di Agcom si era basato sull’articolo 43 comma 11 del Testo unico dei servizi media audiovisivi e radiofonici, in base al quale si vieta a società i cui ricavi nelle comunicazioni elettroniche superino il 40% dei ricavi del settore (anche tramite società controllate o collegate) di conseguire – all’interno dei Sic, sistema integrato delle comunicazioni – ricavi superiori al 10% dello stesso Sic. A Vivendi, che aveva già il 24% di Tim, fu quindi vietato di crescere in Mediaset. Secondo la Corte Ue, però, tale norma è un “ostacolo vietato alla liberta di stabilimento, in quanto non idonea a consentire l’obiettivo della tutela del pluralismo dell’informazione”. Grande soddisfazione, ovviamente, da parte di Vivendi, mentre Mediaset “prende atto” della sentenza, sottolineando che i rilievi della corte “dovranno essere esaminati nelle successive fasi di giudizio davanti al Giudice nazionale competente (il Tar del Lazio, ndr)”. Mediaset, prende però la palla al balzo: “Se, al contrario di quanto prevede oggi la Legge italiana, si aprissero possibilità di convergenza tra i leader delle Tlc e dell’editoria televisiva, Mediaset che in tutti questi anni è stata vincolata e penalizzata dal divieto valuterà con il massimo interesse ogni nuova opportunità in materia di business Tlc già a partire dai recenti sviluppi di sistema sulla Rete unica nazionale in fibra”. La sentenza europea, di fatto, abolisce il divieto di incrocio tra media ed tlc, aprendo la strada a Mediaset opportunità sulla rete unica, dove Vivendi è già protagonista essendo azionista di maggioranza di Tim.

Contenuti correlati : rete unica mediaset vivendi agcom quote
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 27 Gennaio 2016
    Vivendi in Cattleya?
    Secondo indiscrezioni raccolte da e-duesse, ci sarebbe una novità nella compagine societaria della casa di produzione Cattleya.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy