04 Maggio 2017  12:59

Pirateria: Mediaset vince su Break Media

Eliana Corti
Pirateria: Mediaset vince su Break Media

Secondo la Corte d’Appello di Roma, il provider è responsabile anche dei contenuti terzi caricati dagli utenti

La Corte d’Appello di Roma, Sezione Impresa, ha confermato la condanna a Break Media, provider Usa, «per cooperazione colposa mediante omissione» nella diffusione illecita di programmi Mediaset. La sentenza del 29 aprile ha ribadito la giurisdizione italiana (dove ha sede la società danneggiata) rigettando l’eccezione di competenza negli Usa proposta da Break Media. È stata stabilita la piena responsabilità degli operatori internet anche quando i contenuti coperti da copyright sono illecitamente diffusi da utenti terzi: «Tanto più quando vengono utilizzati “sistemi operativi evoluti” direttamente finalizzati a mere “finalità di tornaconto economico”», si legge nella nota del gruppo. Il provvedimento, spiega Mediaset, prevede per il provider l’obbligo attivo di intervento e di protezione per impedire gli illeciti, e «chiarisce nuovamente che il titolare dei diritti non ha alcun obbligo preventivo di fornire agli aggregatori gli “url” (cioè gli indirizzi internet) dei contenuti illeciti, in quanto un tale onere non spetta al danneggiato bensì al provider stesso».

Contenuti correlati : break media mediaset copyright pirateria

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 05 Novembre 2019
    Chi l’avrebbe mai detto?
    La televisione cambia più di quanto cambi la platea televisiva, meno della pubblicità e del web, ma certamente più degli altri mezzi.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 18 Novembre 2011
    Parte oggi Premium Play
    Mediaset lancia oggi Premium Play, un servizio televisivo che offre agli utenti Mediaset Premium duemila contenuti (anche in Hd) visibili in qualunque...

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy