28 Marzo 2019  10:40

Rai: Matassino nuovo direttore generale, Orfeo presidente Rai Way

Redazione
Rai: Matassino nuovo direttore generale, Orfeo presidente Rai Way

Mario Orfeo © Getty Images

Il Cda di Viale Mazzini approva il progetto di assetto macro-strutturale proposto dall’a.d. Fabrizio Salini

Il Consiglio d’amministrazione della Rai, sotto la presidenza di Marcello Foa e alla presenza dell’amministratore delegato Fabrizio Salini, ha approvato il progetto di assetto macro-strutturale proposto dall’a.d., che prevede anche l’introduzione della figura del direttore generale corporate, in coerenza con le linee del piano industriale approvato il 6 marzo.

Il direttore generale avrà tra l’altro il compito di dare esecuzione alla strategia dell’amministratore delegato rispetto alle strutture operative, e di ottimizzare i meccanismi aziendali. Il progetto contempla poi il riassetto dell’area Comunicazione e Relazioni esterne, rendendo autonome le Direzioni per le Relazioni istituzionali e per le Relazioni internazionali. Sono inoltre stati istituiti l’ufficio studi e la funzione Transformation Office, mentre la direzione pubblica utilità è stata scorporata dall’area digital quale segno di maggiore attenzione agli obblighi imposti dal Contratto di servizio.

L’Amministratore delegato ha comunicato al Cda la sua intenzione di nominare Alberto Matassino direttore generale, Roberto Ferrara capo staff dell’a.d., Marcello Ciannamea coordinatore editoriale dei palinsesti televisivi, e Roberto Nepote direttore del Marketing. Resta fermo che il nuovo assetto organizzativo nel suo complesso ha come obiettivo il miglioramento della macchina operativa della Rai senza aggravio di costi per l’azienda.

Infine Mario Orfeo, ex direttore del Tg1 e ultimo direttore generale della Rai prima dell’arrivo di Fabrizio Salini, assume la presidenza della controllata Rai Way.

Contenuti correlati : Rai Rai Way Mario Orfeo Alberto Matassino
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Gennaio 2021
    La nuova televisione al giro di BOA
    L’assunto è certo: causa pandemia gli ascolti sono cresciuti e la pubblicità è diminuita. Ergo, mentre la tv funziona...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 11 Aprile 2017
    Adv: febbraio a -2,8%
    I primi due mesi dell’anno segnano un calo del 2,3% rispetto al bimestre 2016, passando da 950,322mln di euro a 928,915mln.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy