09 Febbraio 2017  12:27

Rai: esposto alla magistratura contro la pubblicazione degli stipendi

TV Eliana Corti
Rai: esposto alla magistratura contro la pubblicazione degli stipendi

Un documento riservato rende noti i cachet dei principali volti del Servizio pubblico

Rai annuncia un esposto alla Procura della Repubblica di Roma dopo la pubblicazione, da parte de “La stampa”, dei compensi ai principali talent Rai.

Si tratta, secondo Viale Mazzini, di «documenti riservati contenenti informazioni sensibili sulla gestione aziendale, ad uso interno e del Cda» e la loro pubblicazione procura un «danno significativo all’azienda chiamata ad operare in un mercato concorrenziale, dando un'immediata posizione di vantaggio agli altri operatori del mercato».

“La stampa” ha reso noto i contratti siglati nel 2016 dai principali volti dell’entertainment e dell’informazione Rai. Tra questi, Antonella Clerici, che ha rinnovato l’esclusiva con Rai per un compenso lordo di 3mln di euro in due anni, e Flavio Insinna: 1,42mln annuali (il contratto del presentatore scade nel luglio 2017). Ma figurano anche i compensi di Lucia Annunziata (1,38mln di euro per una collaborazione esclusiva fino al 2019), Piero Angela (1,8mln di euro in quattro anni, fino al 2016, più 235mila all’agosto 2017, comprensivi della collaborazione a una collana di dvd), Michele Santoro (2,7mln di euro alla sua società Zerostudios), Bruno Vespa (minimo garantito di 1,8mln di euro).

Oggi il quotidiano diretto da Maurizio Molinari ha puntato i riflettori sulle spese Rai destinate alla fiction nel 2016: nella seconda parte dell’anno sarebbero stati spesi oltre 90mln di euro. In particolare, Cross Productions avrebbe ricevuto 10,3mln di euro (di cui 7,89mln per “Sirene”), Endemol Shine Italy 9,3mln (8,87mln per “Provaci ancora prof. 7”), FremantleMedia Italia otto milioni, Wildside due milioni, Aurora tv 10mln, LuxVide 8mln (più 650mila per l’attivazione di “Complimenti per la connessione”), Paypermoon 7,3mln, Palomar oltre sei milioni (di cui 1,28mln per due puntate in più di “Braccialetti rossi”), Pepito 1,68mln, Picomedia 5,55mln, Publispei 2,3mln, Compagnia Leone Cinematografica 3,57mln, Casanova Multimedia 1,75mln, Cattleya 1,26mln e Bib film 3,8mln.

Contenuti correlati : Procura della Repubblica La stampa Rai esposto pubblicazione talent stipendi
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy