27 Giugno 2018  16:22

Rai: il futuro è già in programma

Eliana Corti
Rai: il futuro è già in programma

Il servizio pubblico presenta i palinsesti dell'autunno 2018. Il dg Orfeo: "Siamo il volano della cultura dell'audiovisivo nazionale"

Un autunno di qualità e varietà, fruibile su tv e tablet: è all’insegna de “Il futuro è già in programma” l’autunno 2018 (e parte del 2019) di Rai, come presentato questa mattina in via Mecenate ai giornalisti dal direttore generale Mario Orfeo. Il 2017, ha dichiarato il dg, si è chiuso in positivo e anche il 2018 dovrebbe seguire lo stesso trend. «Siamo leader in ascolti e performiamo meglio degli altri servizi pubblici europei», ha dichiarato. «Rai è accoglienza, vicinanza e solidarietà». Per presentare l’offerta dei canali (principalmente le quattro reti generaliste) Orfeo ha usato otto parole chiave:

 

  1. Bellezza, ovvero l’intrattenimento con gli show in prima serata, come Tale e quale show (Rai1), Che tempo che fa (Rai1), Portobello (Rai1), gli eventi con Andrea Bocelli, Claudio Baglioni (anche direttore artistico di Sanremo 2019), Roberto Bolle, Stasera tutto è possibile (Rai2)
  2. Partecipazione, il day time, con La prova del cuoco con Elisa Isoardi (Rai1), Vieni da me (con Caterina Balivo, su Rai1), L’eredità (Rai1, con Flavio Insinna), La prima volta con Cristina Parodi (Rai1) il ritorno di Mara Venier a Domenica in (Rai1), Quelli che il sabato (Rai2), Detto fatto con Bianca Guaccero (Rai2)
  3. Libertà, la fiction: «Raccontiamo l’Italia e la portiamo nel mondo», ha evidenziato Orfeo citando inoltre le tre produzioni globali L’amica geniale, I Medici. Lorenzo il magnifico e Il nome della rosa
  4. Verità, l’informazione. Rai ha proposto nel 2017 70.500 ore di news e approfondimento. «Non ci fermeremo finché non avremo trovato la verità su Giulio Regeni, Ilaria Alpi e padre Dall’Oglio», ha spiegato Orfeo. Tra i ritorni, vale la pena ricordare Porta a porta (Rai1), Presadiretta (Rai3) e Report (Rai3)
  5. Scoperta, ovvero la cultura, che passa dai canali dedicati e da un potenziamento delle generaliste, primo fra tutti l’approdo di Alberto Angela con Passaggio a Nord Ovest e Ulisse su Rai1
  6. Sogno, il cinema. Tra i titoli: Il ponte delle spie (Rai1) e Omen (Rai4)
  7. Fantasia, le serie tv, come N.c.i.s., S.w.a.t. (Rai2), Il trono di spade e The Exorcist (Rai4)
  8. Passione, lo sport. Con il ritorno della Champions League sulla Rai e le partite della Nazionale.

 

Questo potrebbe essere “l’ultimo atto” per Orfeo, dato che il mandato di questo cda è prossimo alla scadenza: «Quando ho accettato questo incarico sapevo che sarebbe durato un anno. L’ho fatto per amore verso la Rai. Sarei felice di stare in qualsiasi ruolo in questa azienda», ha spiegato.

Nessun ripensamento per l’allontanamento di Massimo Giletti, mentre per quanto riguarda il passaggio di vari talent (Fazio prima, Alberto Angela ora) da Rai3 a Rai1, ha risposto il direttore della terza rete, Stefano Coletta: «I programmi che sono passati su Rai1 hanno avuto una storia decennale, Rai3 ne è il laboratorio artigianale. Abbiamo potuto sperimentare», annunciando inoltre il ritorno di Serena Dandini con Stati generali.

Contenuti correlati : palinsesti 2018 rai
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy