11 Giugno 2018  09:55

Serie A: tre pacchetti per la nuova stagione

Eliana Corti
Serie A: tre pacchetti per la nuova stagione

©pixabay

La vendita sarà per prodotto. Rai: "Rischio grave e incomprensibile per il servizio pubblico"

Tre pacchetti per prodotto: così saranno venduti i diritti della Serie A per le stagioni 2018-2021 dopo il fallimento della vendita a MediaPro. L’obiettivo è di raccogliere almeno 1,1mld di euro l’anno; le trattative si concluderanno entro mercoledì 13 giugno. I broadcaster interessati acquisteranno match in esclusiva assoluta, ma nessuno avrà tutte le partite. Il pacchetto 5 (prezzo minimo, 452mln di euro a stagione) prevede 114 eventi, il pacchetto 6 (408mln) 152 e il pacchetto 7 (240mln di euro) 114 eventi. In particolare, il pacchetto 5 prevede le gare delle 18 del sabato e delle 15 e 20.30 della domenica. L’assegnatario avrà il diritto di esercitare la scelta delle gare da inserire nel pacchetto, valido per tutte le piattaforme, anche Ott. Il pacchetto 6 prevede le gare delle 15 del sabato e delle 15 e 18 della domenica, con la possibilità di scegliere le gare da inserire e valido per tutte le piattaforme. Il pacchetto 7 prevede le gare delle 20.30 del sabato e delle 12.30 e 15 della domenica, anche in questo caso con la possibilità di scegliere le gare da inserire e valido per tutte le piattaforme. Gli highlight saranno disponibili prima sul web e sono vietate le trasmissioni delle azioni migliori e dei gol prima delle 22 di domenica sulle tv non a pagamento (fatto salvo il diritto di cronaca dei tg). Da qui, la reazione della Rai, che ha parlato di «rischio grave e incomprensibile per il servizio pubblico: non far vedere a tutti gli italiani il sabato sera e la domenica pomeriggio le immagini salienti delle partite, come avvenuto per oltre mezzo secolo, ma solo a chi può permettersi abbonamenti con privati». Trasmissioni come 90° Minuto potrebbero a questo punto essere cancellati. Viale Mazzini ha chiesto alla Lega «di rivedere questa decisione che danneggia prima di tutto i loro stessi tifosi e tutti gli appassionati di calcio».

Contenuti correlati : calcio serie a diritti

Comments

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 05 Novembre 2019
    Chi l’avrebbe mai detto?
    La televisione cambia più di quanto cambi la platea televisiva, meno della pubblicità e del web, ma certamente più degli altri mezzi.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 13 Novembre 2009
    I vertici Bbc guadagnano più del premier
    Quasi 50 top manager della Bbc, secondo quanto dichiara la tv pubblica britannica, guadagnano più di Gordon Brown. Il premier britannico ha uno stipendio annuo di 194.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy