28 Settembre 2015  10:27

Sky: nessun obbligo di trasmissione dei contenuti

Eliana Corti
Sky: nessun obbligo di trasmissione dei contenuti

La pay tv satellitare può decidere se ospitare o meno altri canali

Il servizio di trasmissione di Sky, benché conveniente, non è insostituibile per un editore: lo ha dichiarato il Tribunale di Milano respingendo le richieste di Digital World Television, editore campano di nove canali per adulti che fino al 2014 avevano trasmesso tra le posizioni 987 e 995 del telecomando Sky. Secondo quanto riportato da “la Repubblica”, nel 2014 la pay tv satellitare aveva rinunciato al rinnovo del contratto: in assenza di strutture alternative dove trasferire i canali per raggiungere lo stesso numero di clienti, Digital World Television aveva chiesto al Tribunale di Milano di obbligare Sky a trasmettere in quanto operatore dominante nella pay tv. La richiesta è stata respinta; il tribunale ha riconosciuto l’esistenza di altri operatori, da TivùSat sul satellite alle piattaforme web e Dtt, tutte alternative a Sky.

Contenuti correlati : Digital World Television trasmissione Sky pay tv satellite

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 11 Dicembre 2019
    La qualità non basta
    Da qualche stagione a questa parte, la Golden Age della fiction italiana sembrava cosa fatta: serie tricolori che planano...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 30 Gennaio 2009
    Rai: costo del lavoro a crescita zero
    “Un budget impegnativo nel contenimento dei costi per 100-110mln, di cui una metà sui palinsesti generalisti e la radio”, che però non limita la...

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy