13 Marzo 2019  09:11

Sky scommette sull’on demand e non disdegna la sfida degli ascolti

Francesca D'Angelo
Sky scommette sull’on demand e non disdegna la sfida degli ascolti

Nicola Maccanico (©UsSkyItalia)

Maccanico: Non più solo serie high concept; Sky investirà anche su contenuti larghi, rivolti al pubblico popolare

«In un mondo dove ci sono poche barriere, il punto di riferimento sono i contenuti». Lo sostiene Nicola Maccanico, Executive Vice President area Programming di Sky Italia, durante la presentazione del primo Rapporto sul mercato audiovisivo italiano. Ed è proprio sui contenuti che Sky annuncia novità: «La quantità di titoli non può essere l’asset fondamentale dell’offerta pay: semmai è il minimo da offrire», spiega Maccanico, «Sono i contenuti a fare la differenza. Ecco perché l’esclusività è un aspetto fondamentale: un aspetto che è connesso al prodotto locale, nel quale il pubblico può riconoscersi». Da qui l’apertura di Sky a contenuti più larghi: non solo serie high concept, ma offerte che guardano a un pubblico popolare e che vadano “anche, perché no?, alla ricerca di ascolti». «Sky vive di abbonamenti ma è altrettanto vero che più abbonati ci guardano e più è probabile che restino con noi». L’altra grande partita si giocherà inoltre sull’on demand. Qui lo strumento chiave sarà SkyQ: «Sky vanta una grande avanguardia tecnologica e SkyQ riesce a integrare in maniera ideale la visione lineare con quella on demand. Il che lo rende lo strumento ideale per essere competitivi verso i newcomers».

Contenuti correlati : maccanico sky

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 11 Dicembre 2019
    La qualità non basta
    Da qualche stagione a questa parte, la Golden Age della fiction italiana sembrava cosa fatta: serie tricolori che planano...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy