20 Ottobre 2010  12:51

“Vieni via con me”: Benigni sfida la Rai

TVst
“Vieni via con me”: Benigni sfida la Rai

Roberto Benigni

Il regista ha annunciato la sua presenza a titolo gratuito tra gli ospiti della trasmissione

«La trattativa per la contrattualizzazione degli ospiti delle prime puntate (Roberto Benigni, Paolo Rossi, Antonio Albanese) era stata da poco conclusa a condizioni ritenute dalla vice direzione generale competente, particolarmente vantaggiose, senza che nessuno degli artisti coinvolti abbia posto obiezioni alle proposte ricevute dalla stessa Rai. Mi sfuggono le ragioni per cui la Rai abbia smentito se stessa e mi scuso per questo con gli artisti. A tutt’oggi non è ancora stato firmato il contratto con la Endemol, che produce il programma con RaiTre». È quello che ha annunciato con una nota ufficiale Paolo Ruffini, direttore di RaiTre, dopo la conferma da parte del dg Rai, Mauro Masi, sul riesame delle condizioni contrattuali inerenti la trasmissione “Vieni via con me”. Masi ha annunciato nuovamente l’intenzione della Rai di far partire la trasmissione, ma di essere intenzionato alla verifica delle condizioni, sia per quel che riguarda i conduttori, sia per gli ospiti della prima puntata. In particolar modo il cachet destinato all’attore e regista Roberto Benigni, risultato all’azienda troppo esoso. A questo proposito, Benigni ha lanciato una sfida alla Rai: con una nota ufficiale ha annunciato ieri la sua presenza, a titolo gratuito, tra gli ospiti di “Vieni via con me”. Imminente la risposta da parte di Masi, che ha ironizzato sull’annuncio eseguito da Benigni, accettando la sua partecipazione gratuita al programma. Grande il disappunto da parte di Roberto Saviano, invece, che nel corso di un’intervista in onda ieri sera al Tg La7, ha sottolineato di non voler più partecipare a una trasmissione che non sortisce l’interesse né l’impegno da parte della Rai.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 01 Dicembre 2008
    Sky Italia: il Governo aumenta l’Iva
    Dal primo gennaio 2009 l’Iva sulla pay tv passerà dal 10 al 20%. È quanto è stato previsto dal decreto anti-crisi varato dal Governo venerdì.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy