13 Luglio 2017  08:59

I tagli di prezzo non fanno bene alla Realtà Virtuale?

Matteo Bonassi
I tagli di prezzo non fanno bene alla Realtà Virtuale?

Secondo Super Data i consumatori perdono fiducia nel prodotto

Oculus Rift ha recentemente subito un taglio di prezzo pari a 200 dollari, raggiungendo un retail price pari a 399 dollari per un limitato periodo di tempo e arrivando a costare solo 50 dollari in più rispetto a PlayStation VR. Una mossa che, secondo la VP research & strategy di Super Data Stephanie Liamas potrebbe non ripagare sul lungo periodo: "Continuare a tagliare il prezzo dell'headset può risultare controproducente, perché i consumatori iniziano a percepirlo in maniera distorta. Se continua a costare molto meno del competitor VIVE, prima o poi inizieranno chiedersi il perché. Nel Q1 Oculus ha venduto solo 65 mila unità contro le 95 mila di VIVE e una mossa del genere dimostra poca confidenza nei suoi mezzi".

Contenuti correlati : super data realtà virtuale oculus vive VR
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 17 Luglio 2008
    E3: la “golden age” dei videogiochi
    Oltre a descrivere le linee guida per la crescita futura, Michael Gallagher, presidente di ESA ha evidenziato gli eccellenti risultati ottenuti dall...

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy