18 Ottobre 2013  11:01

Accordo sindacale per gli Apple Store italiani

TCgc
Accordo sindacale per gli Apple Store italiani

L'Apple Store di Bologna

L’azienda americana ha firmato una prima ipotesi d’accordo integrativo nazionale riguardante i lavoratori dei suoi punti vendita

Filcams Cgil ha reso noto di aver siglato una prima ipotesi d’accordo integrativo nazionale con Apple per i lavoratori degli store della Mela morsicata in Italia. Un’intesa triennale riguardante circa 1.500 dipendenti, che secondo Sandro Pagaria, il delegato di Filcams Cgil Nazionale che ha seguito le trattative, è «Un accordo migliorativo, una mosca bianca in una fase storica così difficile». L’accordo, si legge nella nota ufficiale del sindacato, disciplina “l’organizzazione del lavoro per un miglioramento della produttività, della competitività e delle condizioni di lavoro. Flessibilità dei contratti part time concordata con i lavoratori, gestione dell’aumento lavorativo per i contratti full time in alcune occasioni - come nel periodo natalizio o in occasione di lancio di nuovi prodotti – ed inserimento banca ore; organizzazione lavoro domenicale, pagamento totale della malattia indipendentemente dal numero degli eventi e buoni pasto per una giornata lavorativa superiore alle 5 ore, sono le voci alla base dell’accordo, regolamentate con indennità economiche aggiuntive rispetto a quanto previsto dal contratto nazionale applicato”. Il sindacalista ha evidenziato che «Dopo anni di disdette contrattuali, riuscire a definire un’intesa che restituisce ai lavoratori i giusti riconoscimenti sia a livello professionale che economico, è un traguardo molto importante. I lavoratori devono essere il valore aggiunto per la competitività e produttività dell’azienda».

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.