Guarda la photogallery" />

11 Aprile 2011  12:40

Pietro Plus, il negozio del mese

TSsb
Pietro Plus, il negozio del mese

Pietro Bianchetti

L’insegna, fondata dai tre soci, Pietro e Beatrice Bianchetti e Benjie Tan, conta due punti vendita, ad Arquata Scrivia (Alessandria) e Busalla (Genova)

Guarda la photogallery

L’insegna Pietro Plus nasce nel 2008 a Busalla, in provincia di Genova, dall’idea imprenditoriale di tre soci, Pietro e Beatrice Bianchetti e Benjie Tan, che, provenendo da una famiglia da sempre legata al settore Toys, hanno scelto oggi di provarsi con un’importante attività al dettaglio dedicata al Giocattolo e alla Prima Infanzia. «Siamo una famiglia che da generazioni è presente nel mercato del Giocattolo – spiega Pietro Bianchetti – Mio nonno, Alfredo Parodi, infatti, ebbe l’occasione di conoscere Franck Hornby, che aveva brevettato il Meccano, e fu il primo a farsi concedere la rappresentanza per l’Italia. Io ho iniziato a lavorare al suo fianco all’età di 16 anni vendendo per l’Italia Meccano e Dinky Toys per poi diventare un vero e proprio agente per il Giocattolo e molti segmenti extra settore. L’idea di aprire l’insegna Pietro Plus è arrivata insieme al momento di andare in pensione: avevamo, io, mia sorella e suo marito, infatti, voglia di provarci con una nuova sfida, sempre rimanendo all’interno del Giocattolo». Al momento del pensionamento il titolare Pietro Bianchetti ha scelto di lavorare nel negozio La Befana, di cui era titolare Vittorio Baccanti, che era situato esattamente dove ora è dislocata l’insegna Pietro Plus. «Dopo aver lavorato per Vittorio Baccanti – dice il titolare Bianchetti – abbiamo scelto di rivelarlo io, mia sorella e suo marito aggiungendo, alla parte del Giocattolo che si estende su una superficie di 150 metri quadrati, un’area di pari dimensioni dedicata alla Prima Infanzia. I titolari del negozio hanno poi inaugurato nel novembre del 2010 un secondo negozio, sempre ad insegna Pietro Plus, situato ad Arquata Scrivia, in provincia di Alessandria: entrambi i negozi si estendono su una superficie di vendite ed esposizione di 300 metri quadrati e si appoggiano su un team formato dai gestori e da dieci dipendenti. «I due negozi ci stanno dando parecchie soddisfazioni, anche se non è un momento particolarmente semplice per i consumi, e stimo pensando, quindi, di ampliare – prosegue Bianchetti – anche il punto vendita di Arquata Scrivia e di aggiungere un nuovo segmento: l’abbigliamento dagli 0 ai 6 anni».

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.