01 Giugno 2012  14:53

Terremoto: il Distretto si attiva per non perdere quote di mercato

ABmc
Terremoto: il Distretto si attiva per non perdere quote di mercato

Franco Manfredini

Il presidente di Confindustria Ceramica rassicura sul breve ritorno alla normalità e garantisce per le aziende in difficoltà, il supporto logistico da parte delle realtà dell’associazione non colpite dal sisma

Pur non essendo uno dei comparti maggiormente colpiti dal sisma, il Distretto della piastrella è già al lavoro per quantificare le perdite, ma soprattutto ripartire. Una minoranza delle aziende ha subito danni gravi - la maggior parte delle aziende è situata attorno al comune di Sassuolo, trenta chilometri più a sud delle zone del sisma e dove si concentra il 91% del fatturato delle 180 aziende associate a Confindustria Ceramica - ma per gli stabilimenti di Moma, Marazzi, Panariagroup, Atlas Concorde e Opera, situati tra Finale Emilia (Mo) e San Felice sul Panaro (Mo) danneggiati dal terremoto (vedi agenzia http://www.e-duesse.it/News/Arredobagno/Terremoto-in-Emilia-il-Distretto-conta-i-danni-133189), nessuno sa con precisione quanto tempo occorrerà per riallineare i forni e riaccenderli. Per Franco Manfredini, presidente di Confindustria Ceramica, “l’importante è fare il prima possibile”. Dalle pagine de “Il sole 24 ore”, Manfredini fa appello alle istituzioni, ma non per chiedere incentivi, risarcimenti o il ricorso alla cassa integrazione temporanea (che comunque si augura verranno attivati), ma per sollecitare l’evasione “delle procedure burocratiche, delle verifiche di agibilità e dei permessi: tutte cose che si possono fare con solerzia o con lentezza, ma che alla fine fanno la differenza. Dobbiamo tornare alla piena produzione il prima possibile perché è nell’interesse di tutti: delle imprese, dei lavoratori, della comunità, ma anche dell’Italia. E soprattutto dobbiamo fare qualche sforzo in più per non interrompere il contatto con la clientela, ci vogliono anni per conquistare i mercati e bastano pochi mesi per perderli”. E anche se le aziende colpite hanno altri siti produttivi collocati sia nel comprensorio sia all’estero, oltre a buoni stock di magazzino, Manfredini offre il supporto degli associati e “qualora gli imprenditori colpiti dal terremoto non dovessero farcela, possono sempre contare sull’aiuto dei loro colleghi, qualora abbiano della capacità produttiva in eccesso”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Giugno 2020
    Una nuova linfa
    “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato”.
Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno

ACCADDE OGGI

  • 15 Luglio 2010
    Un’altra casa?
    Si terrà oggi pomeriggio alle ore 15, presso il Senato, l’incontro organizzato da Legambiente e intitolato “Un’altra casa?”.

Ricevi la Newsletter!

Bagno

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy