19 Gennaio 2012  16:51

La legge Usa antipirateria perde pezzi

THAA
La legge Usa antipirateria perde pezzi

Il fronte dei politici si spacca dopo le proteste dei big del Web. Legge SOPA a rischio?

Sembra perdere pezzi (molto importanti) il fronte di sostenitori delle normative SOPA (Stop Online Piracy Act) e PIPA (Protect IP Act).
Dopo la protesta di alcuni importanti operatori del Web (vedi agenzia http://www.e-duesse.it/News/Home-video/Usa-Wikipedia-contro-la-legge-antipirateria-126001) diversi esponenti politici (in tutto dovrebbero essere 18) tra cui Roy Blunt, Lee Terry; Mark Kirk, Scott Brown e Marco Rubio un tempo sostenitori di misure pesanti sembrano aver fatto dietrofront giudicando questa legge imperfetta. Anche se tutti convengono sul fatto che vada trovata al più presto una soluzione poichè l’impatto economico della pirateria è pesantissimo e sottrae importanti risorse di vitale importanza per l’entertainment. Il futuro della legge è quindi a rischio e si parla anche di rimandare al prossimo febbraio la discussione al Congresso per una nuova stesura della norma.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy