Editoriale Giocattoli

Rivista Abitare il bagno

I tempi cambiano

Giochi in scatola e party games indirizzati a un pubblico più adulto. Anime e manga per un un target giovane che da nicchia diventa sempre più mainstream. Peluche che travalicano la prima infanzia e conquistano un pubblico più maturo e alla ricerca del gadget collezionabile. Sono solo alcuni esempi – forse i più eclatanti – di come il mercato del giocattolo stia cambiando. È indubbio, infatti, che se da un lato l’età anagrafica degli utilizzatori classici di giochi si stia assottigliando, oltre che rimpicciolendo per numerica per effetto della ridotta natalità, dall’altro il toy stia conquistando nuove fasce di consumatori che gli attribuiscono un valore differente. Sempre più spesso il gioco è parte infatti di un concetto di community, vuoi con quella più limitata dei propri amici con i quali si trascorre la serata a giocare vuoi con quella ampia dei social con i quali si condividono passioni e riferimenti culturali. Rientra in questo contesto anche il successo delle licenze. Come fare per intercettare tutti questi trend? I prodotti ci sono, ma ciò che è fondamentale è proporli nel modo più corretto e prima ancora porsi in ascolto delle richieste della propria clientela per adattare la propria proposta commerciale di conseguenza. Ciò che si vendeva dieci anni fa forse non è più un bestseller oggi, ma ci sono altri prodotti che hanno il potenziale per diventare dei campioni di incassi. Basta capire quali sono e puntare su di essi con decisione.