06 Luglio 2011  17:50

Delibera Agcom sul copyright, tutto rinviato

BOcp
Delibera Agcom sul copyright, tutto rinviato

L’Autorità adotta uno schema di regolamento che sarà sottoposto a consultazione pubblica dopo l’estate

Sembrerebbero dilatarsi ulteriormente i tempi per l’approvazione della delibera dell’Agcom sul diritto d’autore. Era infatti prevista per questa mattina, a Roma, presso la sede dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, la votazione del pronunciamento sulla rimozione dei contenuti online in violazione del copyright (vedi http://www.e-duesse.it/News/Home-video/Attesa-per-la-sentenza-Agcom-di-domani-116511). Tuttavia, secondo quanto emerge dai primi riscontri, per il momento sarebbe stata rinviata ogni decisione in materia. Sarebbe stato adottato, invece, uno schema di regolamento che verrà sottoposto a consultazione pubblica a settembre, alla ripresa dei lavori dopo l’estate. In base a quanto risulta a e-duesse, in questo testo dovrebbe essere conservata la procedura “notice and takedown”, perlomeno per i siti italiani. La delibera dell’Agcom contro la violazione del diritto d’autore online ha suscitato nei giorni scorsi molte polemiche. Nella giornata di ieri, alla vigilia dell’incontro che molti attendevano come momento risolutivo per il provvedimento contro la pirateria in Rete, era arrivata anche la notizia delle dimissioni del commissario interno dell’Agcom, Gianluigi Magri (http://www.e-duesse.it/News/Home-video/Agcom-si-dimette-il-commissario-Magri-116430).

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Precisazioni sul titolo dell'agenzia

Ieri il consiglio Agcom ha approvato in effetti lo schema di legge che verrà discusso sucessivamente. Il riferimento "al rinvio" del titolo era legato alla futura consultazione pubblica.

titolo errato di e-duesse

non e tutto rinviato ma e stata approvata la delibera con delle piccole variazioni che non snaturano il provvedimento.

era quanto dovevo per la precisione.

il giornale.it

Roma - L’Agcom ha approvato con sette voti a favore un astenuto e un voto contrario lo schema di regolamento sul diritto d'autore - che nei giorni scorsi aveva scatenato la protesta della rete e l'oscuramento del sito dell'Autorità da parte di Anonymous - e che viene posto ora ad una consultazione pubblica di 60 giorni dalla sua pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.

il giornale.it

Web e copyright, sì dell'Agcom al regolamento

la stampa

Dopo la protesta organizzata in Rete contro la censura su Internet, secondo indiscrezioni il provvedimento è passato rivisto: 15 giorni di tempo anzichè 5 per rimuovere contenuti o contraddittorio
Dopo la protesta contro la censura che è culminata nella Notte della Rete ieri sera, oggi secondo indiscrezioni che circolano sul Web l'Agcom ha deliberato sul diritto d'autore online rivedendo solo alcuni punti del provvedimento che rischia di imbavagliare Internet.

All'inizio c'era speranza che Corrado Calabrò ci ripensasse e che il provvedimento decadesse, almeno così come era stato formulato. «Nessun testo che ipotizzi la chiusura dei siti da parte dell’Agcom in sostituzione del giudice o la limitazione dei diritti costituzionalmente tutelati, come la libertà di espressione, avrà il mio consenso» ha dichiarato questa mattina Michele Lauria, commissario dell’Agcom, interpellato dall’Agi prima che avesse inizio la riunione dedicata all’esame del regolamento sul diritto d’autore, regolamento che poi deve essere sottoposto a constatazione pubblica per 2 mesi.

Poco dopo nel feed #notterete su Twitter Layla Pavone ha scritto: "Sembra ci siano buone prospettive sul decadimento del provvedimento. Sembra che Calabro' non voti". Poi il sito Geekissimo ha postato in anteprima l'annuncio "Decisione rimandata": il presidente Agcom pare abbia annunciato che oggi ci sarà solo l’approvazione di uno “schema di regolamento” e che successivamente ci sarà una discussione pubblica sulla norma al fine di ottenere una “soluzione giusta ed equilibrata".

Fulvio Sarzana invece poco dopo ha parlato con un commissario dell'Authority e fuga ogni speranza, snocciolando nel suo blog i termini del provvedimento: "L’Agcom approva oggi 6 luglio lo schema di regolamento sul diritto d’autore con i voti di tutti i Commissari tranne quelli del Commissario Nicola D’Angelo e l’astensione del Commissario Michele Lauria. Il Commissario Gianluigi Magri, contrariamente a quanto era circolato nei giorni scorsi, riprende il ruolo di relatore e firmerà il provvedimento. All’interno del Provvedimento tutti i meccanismi di rimozione selettiva già annunciati e l’inibizione in casi di siti esteri all’accesso dei cittadini italiani che verranno segnalati ai provider italiani. Non si tratterebbe di un ordine impartito ai sensi del codice delle comunicazioni elettroniche per i provider, ma di un “warning”. Dopo alcuni warning l’Autorità si rivolgerà alla Magistratura. Il testo viene ora messo in consultazione per un periodo di 60 giorni. Il periodo di contraddittorio è esteso a 15 giorni. L’Autorità inoltre invierà una segnalazione al Governo relativa a possibili estensioni di poteri al fine di poter esercitare direttamente poteri inibitori".

????????????????????????????????????

BREAKING NEWS 2 Confermate le misure di rimozione e di inibizione. L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni approva il regolamento: i dettagli-

L’AGCOM approva oggi 6 luglio lo schema di regolamento sul diritto d’autore con i voti di tutti i Commissari tranne quelli del Commissario Nicola D’Angelo e l’astensione del Commissario Michele Lauria.

Il Commissario Gianluigi Magri, contrariamente a quanto era circolato nei giorni scorsi, riprende il ruolo di relatore e firmerà il provvedimento.

All’interno del Provvedimento tutti i meccanismi di rimozione selettiva già annunciati e l’inibizione in casi di siti esteri all’accesso dei cittadini italiani che verranno segnalati ai provider italiani.

Nel caso dei siti esteri non si tratterebbe di un’ordine impartito ai sensi del codice delle comunicazioni elettroniche per i provider ma di un “warning”.

Dopo alcuni warning l’Autorità si rivolgerà alla Magistratura.

Il testo viene ora messo in consultazione per un periodo di 60 giorni.

Il periodo di contraddittorio è esteso a 15 giorni.

L’Autorità inoltre invierà una segnalazione al Governo al fine di far predisporre una norma relativa all’ estensione di potere al fine di esercitare direttamente poteri inibitori.
Fulvio Sarzana di S. Ippolito

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 20 Luglio 2020
    Il coraggio di crederci
    Nonostante il rinvio americano di Tenet a causa del prolungarsi dell’emergenza sanitaria, Warner Bros.
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy